Afghanistan zero

  • In Offerta
  • €33,15
  • Prezzo di listino €39,00


Sono rimasti solo i palloncini. Il resto è volato via, la vecchia sala da tè nel distretto di Shan Shadid, a Kabul, i suoi clienti, il profumo delle foglie di menta e il miele che un tempo addolcivano le ore fresche della notte. Di tutto ciò, di questa normale quotidianità, oggi non esiste più nulla nell'Afghanistan devastato da trent'anni di guerre, solo per citare quelle di cui abbiamo ancora memoria.

Davanti agli occhi, un paese distrutto, uno zero, come recita il titolo del libro che raccoglie questo lavoro. Ed è come se il passato remoto fosse diventato, tragicamente, il presente. Qui si vive sopravvissuti alla catastrofe. E Simon Norfolk, fotografo di paesaggio, nel senso più orizzontale del termine, là dove paesaggio vuol dire sguardo disincantato sul mondo, ha deciso di mettere alla prova uno dei generi più collaudati e romantici della pittura classica.

Con la differenza che qui non ci sono scavi, né colonne solitarie, né arene, né templi di divinità che il monoteismo ha scacciato dal cielo. Al loro posto autobus carbonizzati, cimiteri di aerei distrutti, posti di artiglieria, cinema all'aperto, resti di un carro armato come fosse la spina dorsale di un dinosauro, e ancora bombe, missili caduti a terra senza esplodere, e persino un cappio appeso a un albero nel campo di Al-Qaeda.

Per fotografare questo placido orrore, Norfolk ha scelto il mezzo più pesante dell'arsenale fotografico: una macchina non da sbarco ma da soluzione finale, il banco ottico. Intorno, silenzio e sotto il panno nero, buio.

Poi un rumore di passi, un venditore di palloncini, un tempo proibiti dai talebani, entra nell'inquadratura. L'uomo si ferma, i palloncini vibrano all'aria. Ed era tanto, pare un secolo, che nella remota Kabul non si udiva quel leggerissimo fruscio di di pace.

Autore: Simon Norfolk

ISBN: 8885121799

Numero di pagine: 96

Editore: Peliti Associati

Data di rilascio: 2002-11-22

EAN: 9788885121799